Ricerca per data: dal 01/01/1998 al 13/10/2019

Sono passati ben 15 dall'inizio di .NET (e di Visual Studio .NET), anche se all'epoca era noto come Next Generation Windows Services (NGWS) e ASP.NET era ASP+. Abbiamo anche un articolo del 2000 a testimoniare quel momento storico . Il giorno esatto della ricorrenza è il 13 ...

Stavo scrivendo qualche nota aggiuntiva su Docker Swarm quando mi sono deciso di scrivere un post in più piuttosto che incasinare con troppa roba uno solo ? già non sono capace di scrivere, se metto poi troppa roba non si capisce veramente nulla? In un

Ma quanto è comodo AMD (Asynchronous Module Definition) in javascript con require.js? Hai bisogno di dipendenze, lui te le carica e il tuo modulo in javascript può accedere agli altri moduli. Hai bisogno della stessa libreria in javascript ma in due versioni differenti? E vai, si...

A me sembra passata un'eternità. Intorno al 2004 si poteva utilizzare codice scritto per il Framework.Net su Linux con Mono . Da appassionato da moltissimi anni anche del mondo linux, la cosa mi era sembrata fin da subito interessante (alcuni punti li avevo trattati anche su ...

Premessa: quanto qui esposto si basa su mie esperienze dirette e, spesso, di miei personali punti di vista, dunque non sparate sul pianista. Dopo la doverosa premessa, visti i temi trattati, questo post e dedicato alla chiusura della trilogia dedicato ai message broker, iniziato ...

Nel 1970 John Horton Conway inventò il "e;Gioco della vita "e;. E' molto semplice: una griglia bidimensionabile di dimensione non prefissata è composta da x celle. Ogni cella può avere due stati: acceso o spento. ...

Cercherò di essere più breve. Nel post precedente ho fatto una lunga discussione sul mondo dei message broker e dei microservice. Avevo affrontato l'argomento con RabbitMQ, ma tutto quanto avevo scritto era riutilizzabile con qualsiasi altro message broker; i vantaggi di que...

Questo lo voglio condividere. Qualche tempo fa si discuteva sul semplice paradigma informatico divide et impera e il suo approccio reale. Di base non si basa su niente di difficile: avendo un compito X per risolverlo lo si suddivide in compiti più piccoli, e questi in più ...