Presentato Visual Studio LightSwitch: sviluppo semplificato delle applicazioni tradizionali

di , in .NET Framework 4.0,

Un nuovo tool pensato per semplificare l'approccio allo sviluppo di applicazioni gestionali.

Durante la keynot di VS!Live, che si tiene in questi giorni a Redmond, Jason Zanders ha annunciato una nuova aggiunta alla famiglia di Visual Studio, con l'introduzione di Visual Studio LightSwitch. Ricalcando un po' le orme di WebMatrix, annunciato qualche settimana fa, questa mossa punta a semplificare lo sviluppo delle LOB (Line of business) applications, cioè dei nostrani gestionali.

L'idea alla base di questo approccio è quello di favorire, nei contesti dove la complessità delle soluzioni enterprise è tale da scoraggiarne l'adozione, l'uso di tecnologie più semplici, al cui centro c'è il paradigma "data+screens".

Visual Studio LightSwitch si presenta a tutti gli effetti come una normale versione di Visual Studio, ma la maggior parte delle funzionalità (orientate fortemente ai dati) sono effettuabili in visuale.

image

E' addirittura possibile scegliere, in fase di deployment, se la propria applicazione deve essere desktop, in modalità 2-tier o 3-tier (con servizi), oppure girare nel browser, sfruttando Silverlight.

E' inoltre prevista un'integrazione nativa con Office e Sharepoint, come complemento naturale per questo genere di ambiente, che mira ad entrare laddove VB 6 è ancora rimasto, cioè nel cuore di tanti sviluppatori non professionisti.

Una beta è attesa per la fine di questo mese, intanto è possibile leggere un'anteprima (in inglese) su questa pagina e nel dev center dedicato aperto su MSDN.

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Presentato Visual Studio LightSwitch: sviluppo semplificato delle applicazioni tradizionali
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti