Utilizzare ASP.NET SignalR in uno scenario cross domain

di , in ASP.NET 4.5, ASP.NET MVC, SignalR,

ASP.NET SignalR, quando utilizzato nell'ambito di un'applicazione web, sfrutta un client JavaScript per stabilire una connessione bidirezionale con il server. Il comportamento di default dei browser è quello di abilitare le chiamate solo sullo stesso dominio della pagina visualizzata.

Ciò impedisce, per esempio, di referenziare una stesso hub da applicazioni differenti, ospitate su domini differenti. Questo scenario può essere comunque gestito attivando il supporto a CORS (Cross Origin Resource Sharing) sul middleware Owin. Per farlo dobbiamo innanzitutto referenziare con NuGet il package Microsoft.Owin.Cors:


A questo punto, sul file Startup.cs in cui configuriamo ASP.NET SignalR, dobbiamo modificare il mapping come nel codice in basso:

public void Configuration(IAppBuilder app)
{
  // ...
  app.Map("/signalr", x => 
  {
    x.UseCors(CorsOptions.AllowAll);

    var hubConfig = new HubConfiguration()
    {
      EnableJSONP = true
    };

    x.RunSignalR(hubConfig);
  });
}

Entrando nel dettaglio, la prima istruzione abilita CORS sull'URL relativo /signalr, permettendo l'acceso a qualsiasi client, a prescindere dall'URL, grazie all'opzione CorsOptions.AllowAll. Successivamente, per migliorare la compatibilità con le versioni più vecchie di Internet Explorer, abbiamo attivato anche il supporto a JSONP. L'istruzione RunSignalR finale, esegue ASP.NET SignalR sull'indirizzo specificato.

Per testare questo scenario, possiamo per esempio effettuare il deploy del sito su un Windows Azure Web Site e poi impostare, sulla nostra copia locale, la connessione verso 'indirizzo remoto:

$.connection.hub.url = 'http:/' + '/corstest.azurewebsites.net/signalr';
$.connection.hub.start().done(function () {
  // ...
}

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Utilizzare ASP.NET SignalR in uno scenario cross domain (#1148) 1010 1
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti

I più letti di oggi