Utilizzare SQLCMD per eseguire query da riga di comando con parametri personalizzati

di Daniele Bochicchio, in SQL Server,

SQL Server 2005 ha un nuovo tool a riga di comando, chiamato SQLCMD, che affianca ed estende le funzionalità del glorioso OSQL.
La vera potenzialità rispetto al precedente tool è la possibilità di "scriptare" le query, utilizzando dei template salvati su file e passando le variabili da riga di comando.

Ecco un esempio:

SQLCMD -S YUKON -i D:\GenericQuery.sql -d AdventureWorks -v tabella = "Sales.Customer" -v campi = "AccountNumber, CustomerType, TerritoryID"

Come si può notare attraverso il parametro -v andiamo a specificare due variabili, che nello specifico indicano i nomi delle tabella e dei campi da richiede nella query. Nel file GenericQuery.sql, come da esempio, andremo ad inserire la nostra query, dove le variabili avranno la forma ${nome}:

SELECT ${campi} FROM $(tabella)

Ovviamente l'utilizzo che se ne può fare, da parte di un sistemista, è sicuramente migliore, dato che si possono rendere generiche funzioni di manutenzione ed automatizzarle su diversi database o tabelle.
Per uno sviluppatore, invece, è possibile creare dei wizard di installazione di database che possano compiere azioni avanzate in fase di creazione degli oggetti nel database, con il vantaggio di poter passare eventualmente delle variabili selezionate dall'utente.

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti

Nessuna risorsa collegata

I più letti di oggi