Anteprima di ASP.NET WebHooks

di , in ASP.NET,

La rapida diffusione dei servizi web apre agli utenti nuove possibilità di collaborazione, di espressione e di intrattenimento. Una delle consapevolezze da maturare, se vogliamo realizzare un servizio web di successo, è che le nostre applicazioni non sono quasi delle isole staccate dal mondo, ma sono dei punti di approdo che ricevono gli utenti e (i loro dati) per una fase del loro viaggio.

Ad oggi, alcuni dei servizi web più popolari offrono dei punti di estendibilità supportando i WebHooks, uno stile di programmazione comunemente adottato per permettere ad altre applicazioni di ricevere notifiche in seguito al verificarsi di determinati eventi.

Figura 1

A differenza di un webservice, che attende di essere interrogato per fornire dati (strategia pull), i WebHook prevedono l'invio proattivo di una notifica mediante una richiesta HTTP POST ad una pagina ospitata sull'applicazione ricevente (strategia push). Tale notifica porta con sé un payload di dati che l'applicazione ricevente potrà elaborare a piacimento per offrire un valore aggiunto all'utente.

I WebHook, anche definiti web callback, costituiscono un meccanismo di notifica molto semplice, basato su HTTP, che tuttavia non è stato ancora normato da alcuna specifica.

Un nuovo progetto open source di Microsoft

Microsoft presenta in anteprima ASP.NET WebHooks, un progetto che permette ad applicazioni ASP.NET di ricevere ed inviare WebHook con semplicità. L'obiettivo è quello di offrire una interfaccia di programmazione uniforme che si propone di appianare le differenti interpretazioni implementative dei vari servizi web.

Quando vogliamo ricevere WebHook, il progetto ci agevola con numerosi pacchetti NuGet specifici, uno per ogni servizio web supportato, facendosi carico delle delicate fasi di verifica ed autorizzazione delle richieste.

Invece, per quanto concerne l'invio, disponiamo di meccanismi che ci aiutano ad informare gli utenti sui Webhook disponibili, a raccogliere le loro registrazioni e, infine, ad inviare loro i dati.

ASP.NET WebHooks è progettato per applicazioni ASP.NET 4.5 (Web API 2 o MVC 5). Il supporto ad ASP.NET 5 è stato pianificato ma non è ancora disponibile in questa anteprima.

ASP.NET WebHooks Connected Service

Un sistema facile per iniziare con ASP.NET WebHooks consiste nell'usare l'estensione ASP.NET WebHooks Connected Service per Visual Studio 2015 (installabile anche per l'edizione Community). L'estensione è ottenibile gratuitamente dalla Visual Studio Gallery, all'indirizzo: http://aka.ms/webhook-tools

Figura 2

Grazie a questa estensione avremo una visione più chiara dei servizi web supportati, che potremo aggiungere e configurare grazie ad un wizard visuale. La sua capacità di scaffolding, inoltre, ci permette di realizzare con pochissimo sforzo un'applicazione in grado di scambiare dati con servizi web come quelli di Azure, Office 365 e Salesforce.

6 pagine in totale: 1 2 3 4 5 6
Contenuti dell'articolo

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Anteprima di ASP.NET WebHooks 1010 1
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti