Tutte le novità per gli sviluppatori da Build 2016

Come ogni anno, si è tenuta anche quest'anno a San Francisco Build, la più grande conferenza sulle tecnologie Microsoft dedicata alle novità per gli sviluppatori.

Le novità non sono mancate e hanno riguardato un po' tutto il mondo Microsoft, ma si sono principalmente concentrate su Windows 10 che ha raggiunto alcuni traguardi importanti:

  • è il sistema operativo con la più grande adozione (in confronto a Windows 7 cresce del 145% in più);
  • sono state effettuate oltre 270 milioni di attivazioni;
  • lo store di Windows ha raggiunto oltre 5 miliardi di visite;
  • il numero di sviluppatori di applicazioni UWP è aumentato di oltre il 60%.

Le novità, però, hanno riguardato anche Azure, Office 365 e Xamarin, che da pochi giorni fa parte ufficialmente di Microsoft. Vediamo le novità più interessante in dettaglio.

Windows 10 Anniversary Update

Poco dopo l'apertura della keynote della prima giornata, Microsoft ha voluto ringraziare tutti gli utenti che fanno parte del programma Windows Insider. Il programma consiste nel ricevere le build di preview di Windows che, attraverso un meccanismo di feedback degli utenti, aiutano il team di ingegneri a migliorare ancora di più il sistema operativo prima del rilascio finale.

Già da diverso tempo sono state rilasciate in preview delle build di Redstone, ma non si sapeva ancora nulla di ufficiale riguardo ad un possibile update per tutti. Microsoft ha confermato che il nome dell'update sarà Anniversary Update e verrà rilasciato durante l'estate: Windows 10 è stato rilasciato il 29 luglio 2015.

Le novità che questo update va a toccare sono tante: vediamo alcune delle più importanti.

Windows Ink

In seguito a diverse ricerche, Microsoft ha determinato che, nonostante tutti ormai lavoriamo con il computer, più del 72% delle persone continua ad utilizzare carta e penna per più di un'ora al giorno.

Questa statistica ha fatto capire a Microsoft che c'è molto lavoro da fare per dare la stessa esperienza anche sul campo digitale: la penna, infatti, non deve essere solamente per designer ed artisti professionisti, ma per tutti.

La maggiore integrazione con la penna digitale la troviamo, ad esempio, in Word per sottolineare una frase, in Mappe per disegnare un percorso o per segnalare delle indicazioni (poi mostrate anche in 3D), oppure con le Sticky Note (che adesso vengono anche sincronizzate con Cortana).

Con due righe di codice, avremmo anche la possibilità di integrare la stessa esperienza all'interno di applicazione di terze parti, come, ad esempio, Photoshop, che ha già annunciato l'arrivo di una sorta di righello digitale come quello di Microsoft.

Contenuti dell'articolo

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Tutte le novità per gli sviluppatori da Build 2016 1010 2
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti