Le novità di ASP.NET 4.5 e ASP.NET MVC 4

di , , in ASP.NET 4.5,

ASP.NET 4.5 e ASP.NET MVC 4 sono stati ufficialmente lanciati sul mercato da qualche settimana, all'interno del .NET Framework 4.5 ed insieme a Visual Studio 2012. La versione 4.5, come siamo ormai abituati con le release intermedie del .NET Framework, è di fatto un aggiornamento della versione precedente, che va a sostituire, aggiungendo alcune novità.

Pur non essendo stravolgente, in realtà il .NET Framework 4.5 e ASP.NET 4.5 introducono diverse migliorie, che abbiamo iniziato ad analizzare in questo precedente articolo; in particolare, quelle che riguardano ASP.NET 4.5 WebForm e ASP.NET MVC 4 sono volte a migliorare ulteriormente le possibilità di sviluppo, abbracciando nuovi standard (HTML5, design responsivo) e tendenze (WebSocket).

Prima di iniziare ad analizzarne tutte le caratteristiche, diamo un'occhiata però a quanto di nuovo troviamo in Visual Studio 2012.

Visual Studio 2012

L'ultima release di Visual Studio è completamente differente rispetto alle versioni precedenti. Per prima cosa, noterete un layout completamente ripensato, che mette il codice al centro dell'attenzione, a scapito dell'uso di molti colori: in una prima fase, probabilmente, l'interfaccia vi sembrerà troppo piatta, ma con l'uso quotidiano apprezzerete la possibilità di concentrarvi maggiormente sul codice.

Figura 1

Visual Studio 2012, inoltre, supporta tutte le versioni di ASP.NET a partire dalla 2.0 in su, senza apportare modifiche ai file di progetto, così che possa essere utilizzato tranquillamente anche in scenari dove una parte del team usa l'ultima versione e un'altra no.

Particolarmente interessante, per noi sviluppatori, la presenza di un nuovo designer, completamente riscritto e, per chi preferisce non utilizzarlo, nuove funzionalità nell'editor di codice. In particolare, occorre menzionare:

  • il supporto ai nuovi standard web, come HTML5, CSS3, EcmaScript5;
  • il nuovo Intellisense JavaScript, molto più preciso, perché basato sull'esecuzione di codice;
  • la possibilità di definire globalmente le librerie JavaScript ed il relativo "helper", per avere l'Intellisense, anziché farlo localmente ogni volta che si utilizza;
  • l'Intellisense anche sui code nuggets di ASP.NET (cioè, quando si applica ad un attributo di un tag HTML il valore di un'espressione server side);
  • Smart Task nell'HTML: la possiblità di inserire snippet in maniera veloce anche nell'HTML;
  • la funzionalità "Extract to User Control", che, data una selezione di markup, crea al volo uno user control;
  • la generazione degli eventi server da markup (come nell'editor XAML per WPF/Silverlight);

A parte queste funzionalità che sono rivolte al markup, particolamente interessanti sono le migliorie aggiunte alla gestione dei CSS, che ora supporta anche CSS3. In particolare, sono stati aggiunti il supporto all'indentazione delle regole CSS (utile quando ci sono espressioni che si applicano a selettori complessi), ai browser hack, un color picker, gli snippet e le region, che consentono, un po' come nel codice, di raggruppare le sezioni.

Una menzione a parte la merita il supporto totale a IIS Express 8, una versione di IIS distribuita insieme a Visual Studio, che sostituisce il vecchio Web Developer Server (Cassini) e che ricorda più da vicino il vero IIS, facilitando il testing. Da questo punto di vista, è particolarmente comoda la possibilità di scegliere il browser con cui effettuare i testing direttamente dalla voce Debug, oltre alla comparsa di un tool, chiamato Page Inspector, che consente di mandare in esecuzione una pagina e visualizzare, in visuale, qual è la porzione di sorgente corrispondente.

In generale, si registrano migliorie un po' a tutti gli ambiti, con il supporto, nella versione Express (quella gratuita), di NuGet, TFS e dei progetti (caratteristiche già introdotte parzialmente da Visual Web Developer Express 2010 SP1 e qui ulteriormente integrate).

7 pagine in totale: 1 2 3 4 5 6 7
Contenuti dell'articolo

Commenti

Visualizza/aggiungi commenti

Le novità di ASP.NET 4.5 e ASP.NET MVC 4 1010 7
| Condividi su: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+

Per inserire un commento, devi avere un account.

Fai il login e torna a questa pagina, oppure registrati alla nostra community.

Approfondimenti